Vincitori & Vinti | Egadi, 10 marzo 241 a.C.

Sicilia occidentale. Cartagine ha inviato lì Amilcare Barca, il suo miglior generale. Sta tenendo in scacco le truppe romane, ma ha bisogno di rifornimenti. Dall’Africa salpa una grande flotta e per i Romani si metterà male se non riusciranno a fermarla. Lutezio Catulo ha deciso di tentare la sorte e attaccherà quelle navi in mare aperto. È una corsa contro il tempo ma gli dei hanno già emesso il verdetto: Cartagine, regina del mare, cadrà sul mare.

Menù

Talakhasha – Tunisia
Probabilmente il nome deriva dall’isola di Thabraca, oggi Tabarka, al largo della Tunisia. Per quanto le zuppe di legumi secchi abbiano un’origine che si perde nella notte dei tempi, è certo che le fave secche costituivano, per le loro proprietà energetiche e la caratteristica di conservarsi a lungo, la dotazione alimentare principale dei rematori delle navi da guerra (triremi prima, galee poi). Quando nel 1500 lo sfruttamento dei fondali ricchi di corallo dell’isola venne concesso ai Genovesi dal Bey di Tunisi, questa zuppa si diffuse anche, ribattezzata Bobba e conosciuta col dispregiativo “sbobba”, nei possedimenti genovesi in Sardegna dove i genovesi-tunisini di Taraka nel 1700 fondarono Carloforte, sull’isola di San Pietro. Qui esiste ancora una comunità di dialetto e cultura denominata Tabarchina.

Cous Cous di pesce alla trapanese – Italia (Sicilia)
Il cous cous è un piatto tradizionale del Maghreb, ma quasi sicuramente la sua patria d’origine è l’Africa sub-sahariana. Molto probabilmente è giunto sulle rive del Mediterraneo al seguito delle carovane dei mercanti Berberi diffondendosi fino alle coste del Levante. Una leggenda racconta infatti che il Re Salomone (siamo quindi nel X secolo a.C.) si concedesse grandi mangiate di cous cous per alleviare le pene d’amore causate dalla Regina di Saba. L’origine del nome è curiosa. Pare derivi dal suono “kess-kess-kess” dei bracciali metallici delle donne berbere intente a lavorare la semola all’interno del classico piatto di terracotta o Gsaa.

Touagin – Tunisia
Contrariamente a quel che normalmente si crede, i dolci siciliani a base di mandorle non sono di origine araba ma greca. Furono i Greci, infatti, a portare nell’isola il mandorlo insieme alla vite e all’ulivo. Così questi dolcetti alle mandorle arrivarono nel Maghreb dopo l’invasione araba (i realtà dei Berberi di Kairouan) e diventarono i dolci preferiti dei Bey di Tunisi.

Informazioni

Vincitori&Vinti è un’occasione conviviale per raccontare in modo avvincente la grande storia e, poiché non esiste modo migliore per condividere qualcosa dello stare a tavola insieme, a ogni episodio viene abbinato un menù ad hoc, una selezione di piatti e ricette tradizionali collegati al periodo storico.

Ogni appuntamento è composto da un episodio raccontato online da Marco Valente e un menù di ricette con cui cimentarvi a casa per allestire una cena a tema.

In fase di prenotazione verranno inviati i dati di accesso a Zoom e le ricette legate all’evento.
La prenotazione è possibile fino alle 19.00 del venerdì precedente l’appuntamento per permettere di reperire tutti gli ingredienti delle ricette.

A cura di: Marco Valente
Quando: sabato 6 novembre 2021 ore 21.00
Dove: su Zoom.us
Partecipanti: min 4

Costo: 8,00 euro
Prezzo a connessione, non a persona.

Obbligatoria prenotazione e pagamento online

Incluso in ogni episodio:
– link alle ricette
– registrazione video disponibile per 7 giorni

    Prenotazione

    Nome e cognome*

    Indirizzo di posta elettronica*

    Costo: 8,00 euro
    Prezzo a connessione, non a persona.

    Pagamento

    PayPal e/o Carta di CreditoBonifico Bancario

    Richieste o informazioni aggiuntive

    Come ci hai conosciuti (facoltatico)

    Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. N.196 del 30 Giugno 2003 e all’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali.

    Domanda di sicurezza

    Pagamento

    PayPal e/o Carta di Credito

    Bonifico Bancario

    NOME Valentina Cinelli
    IBAN IT20Z0364601600526784344212

    BIC NTSBITM1XXX

    Se è possibile utilizza lo stesso nominativo dell’iscrizione per PayPal e/o specifica il nominativo e motivo del versamento nella causale del bonifico. Una volta effettuato il bonifico, invia la ricevuta di pagamento a info@reating.it.

    • 00

      giorni

    • 00

      ore

    • 00

      minuti

    • 00

      secondi

    Data

    06 Nov 2021

    Ora

    21:00 - 22:30

    Costo

    8,00€

    Luogo

    Zoom
    Online
    Categoria
    Marco Valente

    Organizzatore

    Marco Valente
    Sito web
    http://www.marcovalente.it

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi